Florigel Andria, sconfitta all’ultimo respiro contro il Polignano

florigel_timeoutUna punizione all’ultimo secondo di Bonvino condanna la Florigel Andria di Michele Bizzoca alla seconda sconfitta consecutiva. Ad esultare nel polivalente di via la Specchia è il Volare Polignano di mister Longo che con grinta e caparbietà riesce a conquistare l’intera posta in palio dopo una gara avvincente e ricca di emozioni. Uno stop pesante per gli azzurri che dopo la sconfitta subita a Bisceglie sembrano aver smarrito la sicurezza e la giusta concentrazione.

Bizzoca che deve fare a meno di Spinosa, in permesso, schiera Fasciano tra i pali, Ricco centrale, Napoletano e De Feo laterali e Delvecchio pivot. Longo si affida all’esperienza di Giuliani, prelevato la scorsa settimana dal Sammichele di serie A2, Bonvino e Vavalle.

Il match è subito incandescente. All’8’ Giuliani servito sull’out di destra beffa Fasciano con un preciso rasoterra. Lo svantaggio scuote gli azzurri che reagiscono al primo affondo. Azione corale perfetta del team andriese e tapin vincente di Pepinho Albanese che vale l’1-1. Passano appena due minuti e De Feo serve sulla sinistra ancora Albanese che con un perfetto diagonale trafigge l’estremo difensore ospite. Il 2-1 galvanizza gli uomini di Bizzoca che però non riescono ad allungare. Nel finale di frazione il Polignano trova il pari. Vavalle sfutta un’incertezza della retroguardia di casa e firma il 2-2.

Nella ripresa il copione della gara non cambia con continui capovolgimenti di fronte e clamorose palle gol sciupate da entrambe le formazioni. Nel giro di pochi minuti il Polignano si riporta in avanti grazie alla rete di Bonvino, ma Napoletano dopo un’azione insistita ristabilisce la parità. La palla match per gli azzurri capita sui piedi di Cappai, ma il laterale barlettano spara addosso al numero uno barese. La dura legge del calcio colpisce nel secondo e ultimo minuto di recupero quando Bonvino su punizione infila Fasciano per la gioia incontenibile della compagine rossoverde e la disperazione degli azzurri.

La Florigel Andria resta ferma a centro classifica a quota 20 punti e sabato prossimo sarà impegnata nella proibitiva trasferta di Castellana Grotte che chiuderà il girone d’andata e un 2015 indimenticabile per la compagine andriese.

Rispondi