Futsal Andria corsara a San Severo, Nuova Laurus battuta 3-2

sansevero_andria Secondo sigillo in trasferta per la Futsal Andria del tecnico Filippo Mastroviti che sul parquet della Palestra “Geodetica” di San Severo supera per 3-2 i padroni di casa della Nuova Laurus. Gara contratta e sempre appesa ad un filo quella in terra foggiana, decisa nell’ultimo minuto di gioco da una sassata di un sempre più decisivo Magno su calcio piazzato. Un risultato importante che permette alla squadra andriese di rilanciarsi nei piani alti della classifica, terza sconfitta consecutiva invece per la formazione sanseverese.

Mastroviti deve fare a meno di Mucci e Carlucci, Mininno ha tutto il roster a propria disposizione e si affida all’estro di Ghita e Cakoni.

Il match parte con il freno a mano tirato, entrambe le formazioni si chiudono a riccio e concedono pochissimo. Ghita per la Nuova Laurus e De Feo e Lanotte per la Futsal Andria provano a sbloccare il match, ma i due estremi difensori non si fanno cogliere impreparati. Al 21° la prima palla gol è di marca azzurra. Il giovane Tesse, dalla distanza, lascia partire un potente destro che scheggia la traversa. Passano quattro minuti e lo stesso Tesse raccoglie una corta respinta di Spinelli sul non irresistibile tiro di Lanotte e firma il vantaggio del team andriese. La prima frazione si chiude con gli ospiti avanti 1-0.

Nella ripresa la Futsal Andria cerca subito il raddoppio, ma le conclusioni di De Feo e Lanotte non centrano il bersaglio. La Nuova Laurus alza il proprio baricentro e costringe gli uomini di Mastroviti sulla difensiva. Le conclusioni di di Mendola e Tantimonaco esaltano i riflessi di Fasciano che però al 43° non può nulla sul tiro al volo di Ghita, è 1-1. La reazione andriese è rabbiosa con Lanotte che da posizione ottimale calcia di pochissimo a lato. Ma al 47° la Nuova Laurus trova il vantaggio. Cakoni dal limite insacca all’angolino basso dove Fasciano non può arrivarci. Gli azzurri non si scompongono e dopo appena due minuti trovano il pari con Napoletano su perfetto assist di Lopetuso. Il match diventa bello ed avvincente. Napoletano al 52° centra la traversa, Mendola al 58° trova l’opposizione di uno strepitoso Fasciano. E’ l’ultimo minuto quando il direttore di gara assegna un calcio di punizione dal limite per i biancoblu. Sulla palla Napoletano che tocca lievemente per Magno, il potente sinistro del bomber azzurro si insacca alla sinistra di Spinelli. E’ la rete che decide il match per la gioia incontenibile degli uomini di Mastroviti.

Tre punti fondamentali per la Futsal Andria che sale a quota nove in classifica a tre lunghezze dalla capolista Aquile Molfetta. Sabato prossimo big-match al Palasport contro il Nettuno Bisceglie, secondo in graduatoria.

Rispondi