Il tris di Magno rilancia la Florigel Andria: 4-3 al Neapolis

Serviva una pronta reazione dopo l’immeritato stop nel derby contro l’Eraclio e così è stato. La Florigel Andria, nel match casalingo valido per la settima giornata, disputato sul parquet del “PalaColombo” di Ruvo, torna al successo battendo con il punteggio di 4-3 il Neapolis Futsal Club. La squadra di mister Danilo Danisi, artefice di un’ottima prestazione, soffre più del dovuto contro la formazione monopolitano non capitalizzando diverse palle gol nel finale di gara. Protagonista di giornata il pivot Roberto Magno, autore di una tripletta ed autentico trascinatore degli azzurri.

Parte benissimo la formazione federiciana che al 10’ sblocca il risultato: schema su corner e puntata vincente di Roberto Magno che vale l’1-0. Ma il Neapolis è vivo, Camporeale prima e il palo dopo salvano gli azzurri. Somma tutto solo fallisce il raddoppio a metà frazione, ma due minuti più tardi è Magno servito da De Liso a trafiggere l’estremo difensore ospite. Andria avanti di due reti, ma la squadra monopolitana non molla la presa e prima del riposo accorcia le distanze con Giannuzzi complice una deviazione di Nicola Fiorentino. Si va al riposo sul punteggio di 2-1.

Ad inizio ripresa Somma sciupa una clamorosa palla gol a porta sguarnita, mentre non sbaglia Manelli ben appostato sul secondo palo per il 2-2 della Neapolis. La reazione della Florigel è pressochè immediata: Magno mette nuovamente la freccia su assist di De Feo, poi è lo stesso capitano azzurro con un preciso esterno a trovare l’angolo giusto per il 4-2. Duro colpo per la Neapolis che nel quarto d’ora finale schiera il portiere di movimento. Camporeale sbarra la strada alla formazione barese, ma non può nulla sul tiro libero calciato da Giuliani allo scoccare del 60’. Nel recupero succede di tutto con Laporta e Rutigliani che mancano clamorosamente la quinta rete. Il triplice fischio consegna tre punti importantissimi alla Florigel Andria per allontanare la zona rossa ed affrontare la prossima trasferta di Mola di Bari con maggiore serenità.

Rispondi