La Florigel Andria fa suo lo scontro salvezza, Salapia battuto 4-3

Secondo successo consecutivo e altri tre punti fondamentali per la corsa alla salvezza nel massimo campionato regionale di serie C1. La Florigel Andria torna ad imporre la legge del “Palasport” e batte in rimonta con il punteggio di 4-3 un combattivo Futsal Salapia, una delle dirette concorrenti nella lotta alla permanenza. Tre punti che valgono l’aggancio al Dream Team Palo del Colle a quota 28 punti e soprattutto l’allungo sulle ultime quattro della classifica in vista della delicata sfida di sabato, la terza in sette giorni in casa della capolista Locorotondo.

Bizzoca rivoluziona ancora il quintetto schierando Leone tra i pali, Rutigliani centrale, Somma e Calabrese laterali, Magno pivot. Il Salapia di mister Delvecchio si affida alla vena realizzativa di bomber Dinuzzi e l’imprevedibilità dei due argentini Moya e Vierya.

Passa appena un minuto e Rutigliani sbaglia l’appoggio in banda destra, ma la palla termina sul sinistro di Roberto Magno che con forza e precisione insacca sotto l’incrocio dei pali la rete del vantaggio andriese. Gara in discesa per gli azzurri? Tutt’altro perché è il Salapia a fare la gara e a pareggiare i conti al 4’ con Cristiano che sfrutta al meglio l’assist di Dinuzzi e batte l’incolpevole Leone. Al 9’ gli ospiti trovano anche la rete del vantaggio. L’azione parte sempre dai piedi di Dinuzzi che serve sull’out di destra Frontino bravo a trovare l’angolo giusto con un tiro ad incrociare. Gli uomini Bizzoca sono in balia degli avversari e al 25’ un mai domo Dinuzzi supera De Feo e Somma e deposita in rete il 3-1 grazie anche ad una deviazione di Ricco. Nel finale di frazione gli azzurri hanno sussulto d’orgoglio e con De Feo ben servito da Calabrese accorciano le distanze portando le due squadre al riposo sul 2-3.

Nella ripresa la gara cambia inerzia e il team andriese finalmente entra in campo con la giusta cattiveria agonistica e voglia di far risultato. L’argentino Vierya e Dinuzzi hanno la palla del ko, ma ad andare a segno è l’Andria con Magno al 43’. Contropiede lanciato da Somma e puntata imprendibile del pivot azzurro che non lascia scampo a Giannino. 3-3 e gara di nuovo in equilibrio. Ancora Magno e De Feo si divorano il gol del vantaggio che arriva però al 57’. Schema su calcio d’angolo: Ricco serve l’accorrente Magno che a pochi passi dalla porta fredda Giannino e firma il suo personale tris. Il finale è vietato ai deboli di cuore con continui capovolgimenti di fronte. Ricco e Magno in superiorità numerica mancano il 5-3 mentre quasi allo scadere Moya colpisce un clamoroso palo a pochi metri dalla linea di porta. Finisce 4-3 per gli azzurri tra gli applausi convinti del “Palasport”. Sabato a Cisternino, sarà gara proibitiva contro la capolista Locorotondo, ma i ragazzi di Bizzoca potranno recarsi in Valle d’Itria con un diverso stato d’animo e una classifica che fa meno paura.

Rispondi