La Florigel Andria si sveglia nella ripresa: è solo 2-2 con il Pellegrino

Ci si aspettava una reazione dopo la pesante sconfitta rimediata al “PalaPoli” contro le Aquile Molfetta, invece sembra ancora non decollare il campionato della Florigel Futsal Andria che nella quinta giornata del campionato di serie C1 non va oltre il pari nella sfida casalinga contro il Pellegrino Altamura. Finisce 2-2 al “Palasport” una gara che ha visto il team di Danisi sotto di due reti nella prima frazione, reagire e pareggiare i conti nella ripresa. Una prestazione da rivedere per De Feo e compagni che conquistano un misero punticino utile solo ad evitare la zona rossa della classifica.

Danisi per il match contro i murgiani recupera gli squalificati Rutigliani e De Liso, titolari nel quintetto con Camporeale, Somma e Magno. Mister Maremonti invece si affida all’esperienza di Gramegna e Tancredi e all’estro dell’uruguaiano Bruno Franchi.

Prima parte di gara molto equilibrata e con poche occasioni: ci prova Magno ben appostato sul secondo palo, ma Angelastri è bravo a chiudere lo specchio della porta. La risposta dell’Altamura porta la firma di capitan Gramegna che prova la conclusione da posizione defilata, Camporeale si distende e respinge. E’ Tancredi cinque minuti più tardi ad andare vicinissimo alla marcatura, ma Camporeale in uscita gli sbarra la strada. La manovra dell’Andria è lenta e compassata e dopo due occasioni mancate da Somma, arriva il vantaggio degli ospiti. Magno pressato da Franchi perde una palla sanguinosa al limite dell’area e l’uruguaiano con una precisa puntata trova l’angolino basso per lo 0-1. La reazione della squadra di Danisi porta la firma del neo-entrato Nicola Fiorentino che in un paio di occasioni va vicino al pareggio, ma nel finale di frazione un altro errore in fase difensiva permette a Franchi di presentarsi a tu per tu con Camporeale e firmare il doppio vantaggio altamurano prima del riposo.

Nella ripresa la Florigel entra in campo con un altro piglio e Somma dopo aver fallito una clamorosa occasione firma l’1-2 su assist di De Liso. La gara cambia volto con la squadra azzurra che si riversa in attacco alla ricerca del pareggio. Al 45’ Magno dalla distanza scarica un potente sinistro che si stampa sulla traversa. E’ assedio azzurro: ci provano capitan De Feo e Somma, ma a sei dalla fine e Roberto Magno servito da capitan De Feo a fissare il risultato sul definitivo 2-2.

Un pari che sta stretto alla formazione di Danisi soprattutto per la mole di occasioni non sfruttate. Sabato prossimo sarà derby contro l’Eraclio Barletta nel posticipo del “PalaDisfida”.

Rispondi