Pari pirotecnico tra Florigel Andria e Diaz Bisceglie: è 5-5 al “Palasport”

Futsal_Andria_squadraI minuti finali continuano ad essere fatali per la Florigel Futsal Andria che, dopo l’ennesima buona prestazione, getta al vento i tre punti che avrebbero virtualmente chiuso il discorso salvezza. Il team allenato da Michele Bizzoca non va oltre il pari nella match disputato tra le mura amiche del “Palasport” contro la Diaz Bisceglie, dopo aver chiuso la prima frazione in vantaggio di tre reti. Termina 5-5 una gara intensa, ricca di reti e di emozioni.

Bizzoca, che deve fare a meno degli squalificati Delvecchio e Albanese, si affida a Volpe tra i pali, Ricco centrale, De Feo e Borraccino laterali e Pierro pivot. Mister Di Pinto deve fare a meno di Preziosa, partendo con il quintetto composto da Povia, Tortora, Caggianelli, Enzo Cassanelli e Palermo.

Gli azzurri partono con il piglio giusto e dopo appena cinque minuti sono già sul risultato di 2-0 grazie ad una doppietta firmata da Pierro che si fa trovare pronto in entrambe le occasioni sul secondo palo. La Diaz abbozza un tentativo di reazione, ma a colpire è ancora la squadra di Bizzoca che al 10’ trova il 3-0 con una conclusione dal limite di Cappai che complice una deviazione beffa l’estremo difensore Povia. Primo tempo perfetto dell’Andria e si va al riposo con il triplo vantaggio.

Nella ripresa l’inerzia del match cambia con gli azzurri in evidente stato confusionale. La Diaz ne approfitta e accorcia le distanze con la doppietta di Valente che riapre la contesa. Volpe è chiamato ad interventi miracolosi per evitare il peggio e un micidiale contropiede sull’asse Cappai-De Feo permette al capitano azzurro di siglare la rete del 4-2. Passano appena trenta secondi e la Diaz accorcia nuovamente le distanze con una punizione di Preziosa. La gara diventa avvincente e mister Di Pinto inserisce anche il portiere di movimento. Ed è proprio Tortora schierato come quinto di movimento a regalare palla a Volpe, che dalla sua porta lascia, partire una parabola perfetta che vale il 5-3 e la gioia dei tifosi azzurri. La gara sembra chiusa ma gli ospiti non demordono e con un preciso tapin di Palermo restano a galla. In un finale trilling, Napoletano colpisce una clamorosa traversa, e invece Caggianelli con un bolide dal limite insacca il definitivo 5-5.

Al termine della gara applausi per entrambe le formazioni e tanti rimpianti per la formazione azzurra per non aver chiuso prima la contesa. La Florigel Andria sale a quota 34 punti con 6 punti di vantaggio sulla zona rossa a quattro giornate dal termine. L’obiettivo salvezza è sempre più alla portata del team azzurro che sabato sarà impegnato sul parquet del “PalaTodisco” di Cisternino, per la complicata sfida al Locorotondo, squadra in piena bagarre play-off. Poi le ultime tre sfide che decideranno le sorti del club del presidente Michele Zingaro.

Rispondi