Pre-gara Diaz Bisceglie – Futsal Andria: parla il tecnico Mastroviti

mastroviti_squadraDopo l’esordio vincente in Coppa Italia, la Futsal Andria si prepara per la prima sfida di campionato contro la Diaz Bisceglie, già battuta nel proprio domicilio sabato scorso. A parlare del match di Coppa e dell’imminente esordio in campionato è il tecnico Filippo Mastroviti che analizza le condizioni del suo team e gli obiettivi di questa stagione.

Mister sabato scorso c’è stato il primo successo in Coppa Puglia contro la Diaz. Come ha visto la squadra sul piano sia fisico che psicologico?

“Avendo iniziato in ritardo la preparazione dal punto di vista fisico siamo ancora al 50%. Penso di raggiungere il 100% se tutto va bene a fine novembre. Dal punto psicologico, a parte i veterani, gli altri hanno sentito molto la partita anche se nel secondo tempo sono stati più sciolti.”

Cosa gli è piaciuto della squadra nella gara di sabato e cosa c’è da migliorare?

“Mi è piaciuto lo spirito di sacrificio di tutti. Di chi ha giocato e non. Siamo stati una vera squadra. I ragazzi hanno eseguito tutto ciò che avevo chiesto in settimana. Avendo iniziato in ritardo la preparazione dobbiamo lavorare molto sulle palle inattive e i relativi movimenti difensivi ed offensivi.”

Sabato esordio in campionato nuovamente sul campo della Diaz, che gara sarà?

“Sarà una partita ancor di più difficile rispetto alla Coppa. La Diaz è una squadra composta da ottimi giocatori al top della preparazione perché iniziata da agosto e guidata da un ottimo allenatore giovane ma molto esperto. Vengono da due sconfitte, cercheranno in tutti i modi di rifarsi anche perché giocano in casa davanti ai propri tifosi.”

Che campionato attende la Futsal Andria e quale ruolo potrebbe recitare in questa stagione?

“Sarà difficile ripetersi. Quest’anno ci sono molte squadre con ottimi organici. L’anno scorso iniziammo il campionato con una buona condizione fisico-tattica. Ciò che non é avvenuto quest’anno. Cercheremo di far crescere gli under e fare un dignitoso campionato.”

Rispondi