Prima gioia per la Florigel Andria: 3-2 all’Olympique Ostuni

Sofferta, cercata, meritata. La terza giornata del campionato regionale di serie C1 sorride alla Florigel Futsal Andria di mister Danilo Danisi che nel match serale del “Palasport” supera un mai domo Olympique Ostuni, compagine retrocessa dalla serie cadetta e che vuole recitare un ruolo di primo ordine nella premier league pugliese. A decidere una gara condizionata da una pessima direzione arbitrale con ben 3 espulsioni è il giovane Luigi La Porta che al 60’ realizza il tiro libero che vale i tre punti.

Danisi non cambia rispetto alla deludente trasferta di Brindisi e conferma il quintetto composto da Camporeale tra i pali, Rutigliani centrale, De Liso e Somma laterali e Laporta pivot. L’impatto con la gara della formazione federiciana è positivo e al 5’ Laporta su punizione per ben due volte non trova la rete grazie all’opposizione dell’estremo difensore ospite Basile. Mentre è il turno di Somma al 9’ che lanciato a rete calcia di prima intenzione, ma Basile non si lascia sorprendere. L’Ostuni prova a venire fuori, ma è sempre l’Andria a creare pericoli con un perfetto scambio De Liso-Magno, ma la conclusione di quest’ultimo esalta ancora i riflessi di Basile. Nel momento migliore degli azzurri, la squadra della città bianca trova il vantaggio. Al 21’ Loconte lascia partire dalla distanza un esterno destro che s’insacca all’angolino con Camporeale non esente da colpe. La reazione del team di Danisi è immediata e al 23’ Nicola Fiorentino centra una clamorosa traversa dopo una splendida combinazione con Magno. Nel finale di gara prima Magno e poi Somma non trovano il pari a pochi passi dalla porta. Si va al riposo con l’Ostuni avanti di misura.

Nella ripresa gli azzurri si riversano in avanti per riportare la sfida in equilibrio. Laporta si fa ipnotizzare per ben due volte da Basile, ma al 39’ Magno sfrutta un assist di De Liso e insacca l’1-1 per la gioia del Palasport. L’Ostuni si innervosisce e ne fa le spese Barnaba che viene espulso dal direttore di gara. Al 43’ è vantaggio andriese: Somma serve al centro De Feo che con un preciso piattone infila Basile. I direttori di gara perdono la testa ed estraggono un ingiusto giallo nei confronti di Rutigliani che viene espulso lasciando i suoi in inferiorità numerica. Al 52’ è pareggio Olympique: Ferri complice una fortunosa deviazione beffa Camporeale per il 2-2. Nel finale la squadra brindisina esaurisce il bonus falli e al 60’ viene concesso all’Andria il tiro libero. Sulla palla ci va il giovane Laporta che con freddezza firma il definitivo 3-2 e va ad abbracciare tutti i suoi compagni di squadra. Negli ultimi istanti viene espulso anche De Liso ma il risultato non muterà.

Primi successo per la squadra di Danisi che sale a quota 4 punti e sabato prossimo affronterà in trasferta al “PalaPoli” le Aquile Molfetta.

Rispondi