Una sfortunata Florigel Andria cede al Brindisi nel finale

Messapia_FutsalAndriaLa sfortuna e una disattenzione a dieci secondi dalla fine costano alla Florigel Andria la prima sconfitta, nel girone di ritorno, sul campo del Futsal Messapia Brindisi. Gara emozionante e ricca di colpi di scena quella disputata sul parquet del “PalaDaVinci” di Brindisi, dove i padroni di casa costretti a rincorrere per oltre 40 minuti riescono ad avere la meglio sugli uomini di Bizzoca solo nel finale grazie al tapin vincente di Cigliola. I messapici s’impongono con il risultato di 5-4 e gli applausi finali rivolti ad entrambe le formazioni testimoniano il sano pomeriggio di futsal vissuto nell’impianto brindisino.

Mister Bizzoca deve fare a meno dello squalificato Cappai, mentre ritorna disponibile Asato. Di Serio deve invece rinunciare ai fratelli Zaccaria e allo squalificato Paciullo.

L’inizio è favorevole ai padroni di casa che al 4′ trovano il vantaggio. Spagnolo sfrutta l’assist di Caselli e fredda Fasciano. L’Andria non si scompone e tiene testa al forte team brindisino. Al 13′ la difesa di casa perde un pallone sanguinoso preda del sempreverde Napoletano, che da centrocampo s’invola verso la porta e infila Grande. L’1-1 galvanizza gli azzurri che al 22′ trovano le rete del sorpasso. Perfetto schema su calcio d’angolo e conclusione di Delvecchio che s’insacca sotto il sette. Il primo tempo si chiude con l’Andria avanti 2-1.

Nella ripresa la gara diventa avvincente con continui ribaltamenti di fronte. Al 34′ il Messapia perviene al pari. Fasciano respinge corto e Spagnolo ben appostato firma il 2-2. L’Andria non accusa il colpo e tre minuti più tardi si riporta in vantaggio. Cross di De Feo dalla destra, colpo di testa di Delvecchio e piattone di Albanese che fa secco il numero uno brindisino. La formazione di Di Serio non ci sta e schiera il portiere di movimento. Soluzione azzeccata che premia il Brindisi con il pareggio di Caselli al 46′ e il vantaggio al 56′ firmato da Trisolino. De Feo e compagni si trovano a rincorrere nei 4 minuti finali. Bizzoca decide di schierare il portiere di movimento e il pareggio arriva al 60′ con capitan De Feo. Il direttore di gara concede 3 minuti di recupero e a 10 secondi dalla fine giunge la beffa per gli andriesi. Di Serio prova il tutto per tutto inserendo il portiere di movimento e Cigliola ben appostato sul secondo palo mette a segno il gol che decide la partita e fa esplodere di gioia il “PalaDaVinci”. Al triplice fischio grande rammarico per gli azzurri andriesi autori di una superba prestazione che però non permette di strappare punti utili alla salvezza.

La Florigel Andria resta ferma a centro classifica a quota 24 punti, e sabato prossimo, tra le mura amiche del “Palasport” di Corso Germania, affronterà il Santos Club Bisceglie per una sfida salvezza da vincere a tutti i costi.

Rispondi